Home » PREMIUM » Discovery's "Serengeti", il vero cerchio della vita in tutta la sua magnificenza

Discovery's "Serengeti", il vero cerchio della vita in tutta la sua magnificenza


Avvisami

Kali la leonessa e i suoi cuccioli, che hanno un ruolo di primo piano in Discovery Channel Serengeti. (fonte: Discovery Communications)

La nuova serie di documentari di Discovery Channel Serengeti, che in anteprima ad agosto 4, è una meraviglia mozzafiato, visivamente stupenda. È anche il tipo di intrattenimento per famiglie che i genitori si lamentano di non averne abbastanza. Un comunicato stampa per la serie lo definisce "la vita reale" Lion King, "Una frase molto adatta poiché questo è il tipo di cinema quella Disney utilizzando specializzarsi in

Narrato da Academy Award-winning attrice Lupita Nyong'o (Anni 12 uno schiavo, Pantera nera), e creato e diretto da filmmaker John Downer, specializzato in documentari sulla vita selvaggia, Serengeti segue la vita di vari animali - leoni, babbuini, iene, elefanti - nel corso di un anno, osservando le loro relazioni con altri animali e il loro ambiente. Uno degli animali più famosi è Kali, una leonessa che dà un significato completamente nuovo al termine "madre single". Alienata dal suo orgoglio, lotta per sopravvivere da sola e fornire cibo per il suo quartetto di cuccioli.

Ho avuto l'opportunità di parlare con Downer di quella che deve essere stata un'impresa epica. "Abbiamo girato per quasi due anni con tre membri dell'equipaggio", mi ha detto. "I turni erano di quattro settimane sul posto con due settimane di pausa, ma c'era sempre una presenza di almeno un equipaggio sul posto per tutto il periodo, e spesso ci sarebbero stati due o tre membri dell'equipaggio che filmavano allo stesso tempo. Con tre editori e due assistenti, il montaggio ha richiesto un anno e mezzo. I redattori principali sono venuti a bordo a metà del periodo delle riprese. Abbiamo girato tre ore e mezzo di riprese, ridotte a 6 ore, un rapporto di circa 580: 1. Guardare il filmato in tempo reale senza pause avrebbe richiesto giorni 146! "

Ho chiesto a Downer come mai il suo equipaggio è riuscito a ottenere primi piani della testa di un avvoltoio mentre era a mezz'aria? La sua risposta: "Abbiamo usato molte tecniche di ripresa rivoluzionarie; questo è quello che faremo non Divulgare! "Era felice, comunque, di raccontarmi del suo" Bouldercam ", una macchina fotografica racchiusa in un rivestimento duro che lo fa sembrare, beh, un macigno. "Bouldercam è stato uno dei primi dispositivi per telecamere spia" speciali "che ho creato. Nel corso degli anni, è stato continuamente aggiornato in quanto nulla può batterlo in termini di avvicinamento agli animali. È progettato per essere a prova di leone. È fondamentalmente un buggy che trasporta una macchina fotografica su un tilt stabilizzato e un supporto per il montaggio del rullo. La fotocamera è protetta all'interno di una robusta facciata in vetroresina liscia come un macigno. Poiché è arrotondato, i leoni non riescono a infilarci i denti e l'obiettivo è incassato, quindi non possono afferrarlo neanche. Deve essere duro come spesso la prima reazione dei leoni è provare a provarlo per la distruzione. Ma presto si annoiano e quindi le riprese possono davvero iniziare. Lo accettano rapidamente nell'orgoglio e possono persino usarlo come poggiapiedi o cuscino. I cuccioli lo adorano, quindi fornisce alcuni degli scatti più incantevoli e intimi della serie."

Downer ha anche approfondito i dettagli sui vari tipi di attrezzature che ha utilizzato nella realizzazione di Serengeti. "Utilizziamo un'ampia varietà di telecamere per diverse applicazioni", ha affermato. "Ogni veicolo è equipaggiato con almeno cinque sistemi di telecamere e una diversa combinazione di tipi di telecamere è presente in ogni auto. Prima di iniziare, abbiamo trascorso quattro settimane a testare le telecamere sul campo per ottenere la perfetta combinazione di sistemi di telecamere di cui avevamo bisogno. Un veicolo potrebbe avere quattro telecamere che riprendono contemporaneamente per ottenere punti di vista diversi dello stesso evento. Uno degli sviluppi più importanti era una gamma di differenti supporti stabilizzati che ci permettevano di scattare in movimento. Alcuni sono sistemi su misura, ma il più versatile è uno Shotover F1 equipaggiato con un obiettivo 1500mm. Fotografiamo principalmente su macchine fotografiche con elio ROSSO, ma integriamo entrambi con Sony A7IIIs e Panasonic Lumix GH5s, a seconda dell'applicazione. Catturiamo tra 4 e 8k, a seconda della fotocamera. Per quanto riguarda i droni, i nostri principali dispositivi sono DJI Inspires che può girare 6k RAW, ma usiamo anche altri droni più piccoli appositamente modificati per essere il più silenziosi e discreti possibile. Oltre ai Bouldercam, utilizziamo telecamere remote camuffate che possono essere posizionate e waterholes ecc. E possono essere attivate a distanza dagli animali ".

Va detto che la vividezza dei colori nel filmato della serie è stupefacente quanto il filmato stesso. Un esempio particolarmente bello è una panoramica della pianura del Serengeti dove, in lontananza, si sta preparando una tempesta, le nuvole nere e il cielo viola sull'orizzonte sullo sfondo in contrasto con la luce del sole in primo piano. "Volevo catturare la bellezza e il colore del luogo così come appare quando sei là fuori", ha spiegato Downer. "Spesso i film sull'Africa sembrano sbiaditi, soprattutto perché sono girati nella stagione secca quando l'erba è corta ed è facile spostarsi. Ma questo è il momento in cui la luce è cattiva e c'è polvere nell'aria. Abbiamo girato in ogni stagione e, dopo forti piogge, c'è un'incredibile chiarezza e i colori si spengono. Le telecamere sono impostate per catturare un'immagine piatta che conserva tutte le informazioni sul colore in modo che possa essere ripristinata nel grado. La mia colorista usa Baselight. È un artista e sa mettere in luce ogni dettaglio e anche l'interazione della luce. Ad ogni iniezione viene dato lo stesso livello di cura amorevole che si applica a tutti gli altri aspetti della produzione. "

Uno degli aspetti più affascinanti di Serengeti è la rappresentazione delle relazioni tra i diversi gruppi di animali. Ho chiesto a Downer come lui e il suo team siano stati in grado di capire le dinamiche personali in corso tra gli animali. "In primo luogo, conosciamo gli animali e il loro comportamento", ha risposto. "Se prendi la squadra nel suo insieme, hanno più di 100 anni di esperienza nel filmare questi animali, in modo che conoscano il loro comportamento. Quindi riguarda la dedizione e il tempo con loro. Saremmo partiti prima dell'alba e saremmo tornati al buio, ogni ora del giorno passata con i nostri soggetti, quindi li abbiamo conosciuti come personaggi e abbiamo iniziato a capire le loro motivazioni. Anche gli animali sono così abituati alla nostra presenza che siamo totalmente ignorati, permettendoci di catturare momenti intimi di comportamento raramente visti.

"Ho usato tecniche fotografiche" Spia "che consentono di osservare da vicino gli animali, dato che ho fatto un film sui leoni quasi 20 anni fa. Ogni soggetto successivo richiedeva nuovi sviluppi, quindi nel corso degli anni ho costruito un arsenale di tecniche che può essere applicato a qualsiasi animale, ma quando ho fatto Spia in natura, abbiamo iniziato a usare "Spy Creatures"; questi erano animali animatronici con le macchine fotografiche nei loro occhi. Ciò ha avuto un risultato sorprendente: il modo in cui gli animali hanno reagito a loro ha rivelato dettagli del loro comportamento che è stato raramente catturato. Ha mostrato le loro emozioni e personalità. Ma più della tecnica stessa, è stato il fatto che siamo stati in grado di entrare nel loro mondo e guardare le loro vite di famiglia in un nuovo modo empatico. Ha rivelato che in così tanti modi erano proprio come noi, alle prese con i problemi personali delle relazioni, genitorialità, gelosie e facendo il meglio per le loro famiglie. Più di ogni altra cosa, questo punto di vista empatico è stato portato avanti Serengeti".

Ho concluso la mia intervista chiedendo a Downer quali sarebbero stati i suoi prossimi progetti. "Stiamo completando la stagione 2 di Spia in natura, che uscirà l'anno prossimo ", ha detto, poi ha aggiunto," Ma Serengeti sta anche chiamando ... "


Avvisami
Doug Krentzlin

Doug Krentzlin

scrittore at Broadcast Beat
Doug Krentzlin è un attore, scrittore e storico del cinema e della TV che vive a Silver Spring, MD con i suoi gatti Panther e Miss Kitty.
Doug Krentzlin