Home » Content Management » Conservazione: un alleato critico che abilita le emittenti e i creatori di contenuti

Conservazione: un alleato critico che abilita le emittenti e i creatori di contenuti


Avvisami

L'ambiente di creazione dei contenuti di oggi può essere riassunto in una parola: di più. Più contenuto, maggiore richiesta di efficienza, più file ad alta risoluzione e maggiore necessità di tempi di consegna più rapidi, in mezzo a budget statici o addirittura in calo. Tutto ciò aumenta la pressione e una sfida scoraggiante per l'industria dei media e dell'intrattenimento.

Nuove complessità del flusso di lavoro, formati e canali di distribuzione del contenuto abbinati a risoluzioni più elevate rendono l'implementazione di un'infrastruttura di archiviazione dei dati infinitamente più impegnativa di quanto non fosse una volta, e tutt'altro che una proposta unica. Le soluzioni di archiviazione devono risolvere le sfide aziendali, fornire maggiore agilità e scalare per soddisfare le esigenze di domani.

Per arrivarci, è essenziale che i fornitori di storage collaborino con i clienti come partner per progettare soluzioni per soddisfare i singoli flussi di lavoro e le esigenze di produzione. Un'analisi approfondita dei requisiti, dei punti di forza e di debolezza deve informare le scelte di stoccaggio che si comportano in un'atmosfera in cui i budget di capitale e le allocazioni delle risorse umane sono in declino e la produttività e la creatività devono aumentare.

Una barra più alta

La barra creativa per i contenuti è stata sollevata, con conseguenti nuove sfide a valle. Servizi multimediali come Netflix, reti come HBO e emittenti di tutto il mondo non offrono solo più contenuti, ma sono di qualità premium, spesso con effetti visivi e animazioni sbalorditivi. Quel contenuto è spesso anche con risoluzioni più elevate come 4K e 8k in arrivo.

Le emittenti, le agenzie creative e gli utenti devono rispondere alla sfida, aumentando la creatività e la produttività senza sacrificare l'efficienza del flusso di lavoro. Le abitudini di visualizzazione in rapida evoluzione significano che i contenuti devono anche essere riprodotti e trasmessi senza soluzione di continuità alle piattaforme digitali con la stessa alta qualità che gli spettatori si aspettano dai loro televisori domestici o dai loro set top box.

Ricercabile, trasparente, scalabile

Alte prestazioni e bassa latenza rimangono vitali come sempre per mantenere un ecosistema di creazione multimediale sempre più dinamico ed esigente. Allo stesso tempo, le crescenti risoluzioni e l'output di contenuto esponenzialmente maggiore richiedono più spazio di archiviazione e ingombri maggiori a fronte di budget ridotti. Un approccio di archiviazione intelligente può rispondere a queste sfide, combinando diversi livelli (primario, basato su cloud e nearline) per offrire la soluzione giusta. Se progettato correttamente, l'archiviazione condivisa su più livelli e la gestione dei dati consentono alle emittenti e ai creatori di contenuti un accesso continuo a contenuti e applicazioni, a costi contenuti e con tempi di inattività pari a zero.

Lo storage di oggi deve fare di più anche in altri modi. La natura immediata delle notizie e degli eventi in diretta significa che l'archiviazione deve consentire l'inserimento multiplo simultaneo e l'editing in tempo reale per riprodurre rapidamente i contenuti. L'accesso condiviso accurato ai frame dei file multimediali e la condivisione rapida dei file su reti IP e fibre ad alta velocità consentono una collaborazione efficace tra i team dislocati geograficamente. E i contenuti ad alta risoluzione devono essere consegnati senza alcun frame rilasciato. Nessun creatore di contenuti oggi ha il tempo o l'opportunità di duplicare attività (immagina di provare a farlo durante un evento dal vivo come una partita di calcio).

Lo storage scalabile è essenziale per garantire la longevità della soluzione. Le migliori soluzioni soddisfano la crescita. I sistemi possono scalare all'infinito aggiungendo strati in modo trasparente, quindi non c'è mai bisogno di un aggiornamento del carrello elevatore. In un singolo ambiente è possibile acquisire tutti gli elementi del flusso di lavoro semplicemente aggiungendo livelli di archiviazione o di archiviazione con un impatto minimo e senza tempi di inattività.

Venditore agnostico

L'ecosistema tecnico dei media e dell'intrattenimento richiede che i client, i protocolli di rete, i sistemi operativi e le applicazioni degli utenti finali si integrino perfettamente. È semplicemente il mondo in cui abitiamo ora. Una memoria efficace deve integrarsi in modo trasparente con una vasta gamma di soluzioni di terze parti, tra cui la gestione delle risorse multimediali, l'editing non lineare, gli effetti visivi e i sistemi di correzione del colore. Le soluzioni devono essere indipendenti dal fornitore per funzionare correttamente e i partner devono avere una chiara visibilità per attingere a un pool di contenuti sempre più profondo.

Colmare il divario di competenze

La tecnologia consente la creatività. Forse la sfida più grande oggi è capire l'ampiezza dell'ecosistema tecnologico interconnesso e in rapida evoluzione di oggi, che diventerà solo più complesso. Anche l'utente più tecnico non può essere un esperto di tutto. Spetta ai fornitori di tecnologia colmare il divario tra IT e creativo, educando su come i prodotti supportano l'infrastruttura generale.

AI e oltre

Il professionista creativo si trova nella parte superiore di uno stack virtuale. Lo spazio di archiviazione è il livello base che fornisce le basi necessarie affinché tutto sopra funzioni. E diventerà solo più complesso. Le soluzioni di archiviazione devono tenere conto delle tecnologie di prossima generazione, tra cui l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico. Senza la giusta infrastruttura di archiviazione, è probabile che le soluzioni più in alto falliscano.

In questo ambiente, la comunicazione bidirezionale è fondamentale. I provider di archiviazione devono capire dove stanno andando i clienti, sia dal punto di vista commerciale che tecnico. Dobbiamo ascoltare attentamente le esigenze degli utenti e costruire soluzioni basate su quei requisiti che si esibiranno in futuro. I requisiti unici per un cliente o flusso di lavoro specifico ora potrebbero diventare un luogo comune in futuro. Collaborazioni più strette sono l'unico modo per affrontare il costante cambiamento che è la nuova normalità del settore M&E.

Anniek Snauwaert, direttore, addetti alle vendite e intrattenimento, EMEA, Quantistico


Avvisami